Uto

"vivrei solo negli stati intermedi, se potessi, senza punti di partenza
o di arrivo o scopi da raggiungere; m ene starei immerso in un continuo
traballamento provvisorio riparato dal mondo, con pensieri circolari
non focalizzati, in attesa di niente" pag.24.
"pensavo che se un giorno avessi potuto sentirmi da sveglio come quando
dormivo sarebbe stata una vita accettabile, non avrei avuto più bisogno
di dormire così tanto" pag.38.
"tutta l’energia e la serenità di cui loro continuavano a parlare e
mostrarsi così carichi aveva solo l’effetto di farmi sentire più peso e
fuori gioco, trattenuto a forza lontano dal mondo" pag.54
"mi sentivo infinitamente stanco senza avere fatto niente, e
compiaciuto di essere stanco, e nauseato di essere compiaciuto di
essere stanco" pag.57.
"quello che cerco è un equilibrio di incuranza e precisione, senza sprechi di intenzioni o energie" pag.147.
"nessuno cambia. Al massimo può trovare un modo di fare diverso, magari
vestirsi o parlare diverso. Ma dentro è fatto in un modo e rimance
così, c’è poco da cambiare" pag.149.
"non avevo uno scopo o una ragione; mi lasciavo trascinare e sospingere
da una corrente prima delle ragioni, fatta di desiderio di rivalsa e
rabbia senza forma, frustrazione accumulata in anni e anni di distanza
intollerabile tra me e le cose" pag.176.
"appena sotto le mie parole c’era un pulviscolo infinito di dubbi e
incertezze, mi sentivo difettato e lento e pigro e inefficace,
indeciso, vulnerabile" pag.200.
"stai lì come un imbecille a sforzarti di cambiare e migliorare e
corrispondere alle aspettative degli altri tutto il tempo, e riesci a
produrre qualche piccola soddisfazione transitoria, al massimo. Qualche
piccolo riconoscimento parziale, fino al prossimo errore alla prossima
recriminazione" pag.240.
"non possiamo migliorare il mondo, se continuiamo ad affidare a quelli
che vendono e continuiamo a fare quelli che comprano" pag.319.
"ogni tanto mi stufo di fare le cose che sembrano inevitabili"
"tenermi all’altezza di quello che immaginavo di essere"
"oscillo tra l’ammirazione di me stesso e l’autodisgusto"
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...