Credere è fare

Fare il meglio per sè e per gli altri può essere una strada difficile e impervia. 

In cosa credi Simone? Quale è la tua eccellenza? 

Chi mi conosce lo sa. Odio la mia debolezza, la mia patologica mancanza di determinazione, il mio spirito remissivo, la mediocrità diffusa. Come un soffio non lascio il segno. Il nulla di più. È il mio più grande cruccio: la mancanza di eccellenza. 

Credevo che a 31 anni sarei stato una persona migliore, che avrei trovato la mia strada, avrei trovato una lucida stabilita emotiva, sarei stato un esempio, avrei eccelso in qualche campo. Invece sono poco più che un adolescente invecchiato e incattivito.

Avete presente quella melmosa sensazione di immobilità? La vera questione è: in cosa credi Simone? Quale futuro vuoi raggiungere prima di rimanere impantanato? Perché la fatica ti spaventa così tanto?

Credere in sè significa fare, agire in funzione del proprio io proiettato. Credere significa avere la forza di eccellere senza paura di stancarsi. Perché non riesci Simone nonostante le innate capacità donate da madre natura?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...